L’adattamento Crossmediale


…come visto la narrazione crossmediale non va confusa con l’adattamento, con il multipiattaforma e con il multimediale.

Categoria spuria è invece quella dell’adattamento crossmediale, in cui segmenti diversi di una storia già completamente raccontata vengono riadattati su media diversi da quello originario. Si pensi ad esempio al caso di Gomorra.

L’opera di Saviano ha trovato adattamento teatrale nel 2007 e cinematografico nel 2008. Nei due canali vengono riletti segmenti diversi del libro. A teatro ad essere privilegiate sono le linee narrative inerenti i personaggi di Pasquale, Mariano, Pikachu, Kit Kat e dello Stakeholder, mentre sul grande schermo il racconto si concentra sulle linee narrative dedicate allo smaltimento illegale dei rifiuti , alle sartorie cinesi clandestine ed alla manovalanza giovanile de clan dei Casalesi.

Quindi il film e lo spettacolo teatrale, in termini di approfondimento e/o avanzamento del flusso narrativo non aggiungono nulla all’universo finzionale di Gomorra e conseguentemente non ne rappresentano un espansione crossmediale, ma un adattamento.

Tuttavia la circostanza che ognuno dei due rilegga linee narrative diverse dell’opera di Saviano implica che l’adattamento cinematografico sia complementare, e in qualche modo espanda, quello teatrale, e viceversa…in questo senso ciascun adattamento rappresenta un’espansione crossmediale dell’altro…

A presto

Cor.P

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: